Letterina di natale

Caro Gesù Bambino,
non posso dire di essere stata molto buona, quest’anno (per la verità non sono MAI stata molto buona, ma questo è un piccolo particolare su cui preferisco soprassedere. E tu pure, grazie!).
Perdipiù ti sto scrivendo anche con un certo ritardo. Se fossi paracula ti direi che ho aspettato che il traffico da bollino rosso si smaltisse e che tu fossi un po’ più rilassato, ma la verità vera è che m’è venuto in mente solo ora, ché prima ho avuto altri cazzi a cui pensare.
Come stai? Tutto bene, lì a Betlemme? Il bue? L’asinello? Papà e mammà?
Bon, coi convenevoli siamo a posto, adesso veniamo a noi.
Solo una cosa ti vorrei chiedere, Gesùbbambi’… non è che per caso potresti vedere se tra i doni che t’hanno portato, oltre all’oro, all’incenso e alla mirra, t’avanza un po’ di STRACAZZO DI DIPLOMAZIA di cui non sai che fare?
Ecco, mandamela via corriere, per piacere.
In tempi rapidi.
Rapidissimi.
TI MUOVI A MANDARMELA, O DEVO ISCRIVERMI ALL’ERODE FAN CLUB???

21 thoughts on “Letterina di natale

  1. No, scusa, questa pensavo proprio di non vederla MAI nella vita…
    Tipo che stai chiedendo di essere più DIPLOMATICA??? Tu? Oh mamma, io chiamerei i pompieri, pure l’esorcista.
    O è un’ardita metafora (come la roba della crema catalana) a cui il mio cervellino difettoso non arriva?

  2. Quella della crema catalana NON era una metafora!!!
    (Mado’, te la ricordi? :DDD Alt, fermi tutti! TU ricordi la storia della crema catalana? Io chiedo di essere più diplomatica e tu ricordi le cose? Il mondo sta per finire. Questa è la prova.)

    • Ma credo di sì, cioè, me l’hai rispiegata tipo mille volte, mo’ credo sia passata nella memoria a lungo termine, cioè, ecco.
      Il mondo è salvo.
      Non se tu cominci a essere DIPLOMATICA, insomma…

  3. Winter, secondo me mi arriverà prima la tessera dell’Erode Fan Club.

    Sì, Ze’, me lo ricordo.
    Una tessera platino, per piacere.
    E IN FRETTA, ANCHE.

    Emigrante, io ne ho chiesto un po’. Solo un po’. Un pochino. Un pochinino. Un granellino, proprio. Sennò sai che palle… (cit.)

  4. Volevi domandare un pezzo di dolce, poco giusto un pezzettino, e ti è uscito un refuso.
    Vero?
    oh buon…qualsiasi cosa desideri. Con l’esclusione della mia dipartita.
    (dai commenti!;-))

  5. ecco : un bel diplomate

    pour 8 personnes :
    1 grand ou 2 moules hauts à Charlotte
    75 cl de lait entier
    5 oeufs
    150 g de sucre en poudre
    1 gousse de vanille coupée en 2
    180 g de biscuits a la cuillère
    110 g de fruits confits(angélique,melon,cerise etc)
    4 cl de Kirsh

    Progression :
    1) Dans une sauteuse versez quelques gouttes d’eau froide ,puis le lait,et les 1/2 gousses de vanille.
    Faites bouillir en surveillant et retirez la sauteuse sur le côté.
    2) Dans un saladier cassez vos 5 oeufs, ajoutez votre sucre semoule, remuez bien au fouet et ajoutez le lait bouillant (sans les gousses), mélangez au fouet puis passez doucement au chinois étamine (passoire) dans un autre récipient et réservez.
    3) Coupez en très petits dés (salpicon) vos fruits confits versez-les dans un petit bol. Ajoutez les 4 cl de Kirsch filmez et réservez.
    4) Au fond de votre (ou vos) moules mettez un cercle de papier sulfurisé puis étalez les fruits confits.
    taillez les biscuits de la largeur du moule puis installez en sur une couche sur vos fruits confits alors versez un peu de votre appareil afin de les imbiber et pour qu’ils ne remontent pas par la suite a la surface.
    Remettez une couche de biscuits puis de la crème et continuez ainsi jusqu’en haut du moule.
    5) Préchauffez votre four à 200°(Th6-7)
    6) Dans une plaque creuse mettez un peu de papier journal (cela évite l’ébullition) posez alors votre ou vos moules dans la plaque puis faites bouillir de l’eau et versez dans la plaque elle doit être a mi-hauteur des moules.
    7) Cuisson au four 1 heure environ si vous voyez un peu de couleur dessus couvrez d’un papier d’alu.
    Testez la cuisson (pour savoir si votre ou vos puddings sont cuits enfoncez la pointe d’un couteau qui doit en sortir sans aucune marque dessus).
    8) Retirez-les alors du four sortez-les du bain-marie puis laissez les refroidir et rentrez les au frigo au moins pendant 4 heures.

    Finition
    Glissez une pointe de couteau autour du ou des moules puis démoulez les à l’envers sur votre ou vos plats
    Vous pouvez servir avec une bonne crème anglaise à la vanille autour et en saucière a part

  6. Se ti interessa posso inviarti il mio usato sicuro….che dico usato……usurato…… Io ho deciso che nel 2012 la diplomazia la metterò da parte o finirò per spendere capitali in Xanax ….e questa non è cosa buona e tantomeno giusta…. :)

  7. La Xanthippe diploCOSA?
    (Okay, io mi apposto al semaforo prima di casa della Xà il giorno della consegna e fingo un malore sulle strisce. Appena il marmocchio si ferma a vedere come sto – e lo farà: è gesubbambino! – voi lo assalite alle spalle e lo chiudete nel sacco. Se va bene dovremmo anche avere materiale per un bel riscatto succoso, magari aspettando il 6 che i re magi portano il malloppo).
    Rita

  8. Winter, brodo di vacca über alles!

    Rabbit, no no, nessun refuso. Però a un po’ di diplomatico non direi di no!

    Borderina, comincio ad avere qualche ripensamento, in effetti.

    Dizò, mi pare complicatissimo.
    Quasi più complicato dell’essere dipomatica.

    Paluca, non sono esperta in materia.
    Ho problemi sia con la diplomazia che con la matematica.

    Lipo, buoni propositi per l’anno nuovo, vedo…

    Rita, ovviamente il riscatto si divide!

    Winter, no no, non parlavo del dolce.
    E insisto a dire che voglio metà del riscatto.

    EVVABBENE, V’HOCCAPITO!!! FANCULO LA DIPLOMAZIA!!!
    PORTAMI UN TIR DI BASTARDAGGINE!!!
    SUBITO!!!
    SENNO’ CHIAMO ERODE E GLI DICO DOVE STAI!

  9. ‘Povna, a pensarci bene, in effetti, è sempre stato piuttosto scarsino in diplomazia pure lui…

    DonBuro, dici che la richiesta è stata formulata in maniera poco diplomatica?
    Buone feste a te!
    (E non dimenticare che mi devi una bevuta!)

    Yban, non ne disponeva neanche da adulto, a quanto pare…
    (…e non è l’unico…)

  10. Mi sa che hai preso il momento sbagliato… sta cercando di capire chi cominciare a pigliare a calci nel panetùn per primi, tra gli uomini di culto che si prendono a mazzate nella sua casa.
    Uomini di culto, uomini di pace.
    E poi la diplomazia porta a frintendimenti, lo sai, sì?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...