A volte ritornano

Il cellulare squilla alle nove e mezza di sera.
Xanthippe guarda il display.
E’ un orario insolito, per telefonare.
A quell’ora solitamente è a casa.
Con la moglie.
Coi figli.
Dev’essere successo qualcosa.
Una Xanthippe preoccupata risponde al telefono.
– Ohi, tutto ok?
– Sì, sì, tranquilla.
– Ma dove sei?
– A casa. Poi domani ti chiamo con calma.
– Scusa, ma non potevi chiamare direttamente domani?
– No, perché il 14 è oggi. Buon san Valentino.
Click.

33 thoughts on “A volte ritornano

  1. DonBuro, malizioso ragazzo, più che altro si direbbe che l’intesa non ce l’abbia con la moglie, visto che invece di sanvalentineggiare con lei chiama me.

    Emigrante, non è possibile negarlo.

    Ze’, la sostanza non cambierebbe.
    Tra qualche mese mi trasferisco dalle tue parti.
    Prima ti rassegni, meglio è.

    Winter, ma infatti ha messo giù prima che potessi reagire!

    Ze’, quella storia non t’è proprio andata giù, eh?

  2. Uh, eccone un altro che ci sta bene col titolo del post!
    Quand’è che conti di aggiornare dalle tue parti?
    (Se mi chiamassi Valentino l’esclamazione giusta non sarebbe “Ohmmadonna!” ma “Occazzo!”. Così, per essere precisi.) :o)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...