Quello che non ti aspetti

Xanthippe è in segreteria a consegnar carte. Mentre aspetta il suo turno, sente una voce provenire dal corridoio. E’ la referente del dipartimento di storia, la persona con cui negli ultimi due anni ha passato il tempo a battibeccare per una decina di incontri di un paio d’ore l’uno. Tutto si può dire, ma che Xanthippe e la Refe vadano d’accordo proprio no.
Esce dall’ufficio, che tanto c’è coda, e le va incontro.
– Oh, Refe!
– Madonna, ma la tortura non è ancora finita? Che vuoi?
– Senti, non rompere il cazzo e fatti abbracciare.
– Ma perché?
– Oh, mai una volta che mi dessi retta quando parlo! Te l’avevo già detto, mi trasferisco, vado in Toscana. Se ci dice culo, oggi è l’ultimo giorno che ci vediamo. Ci liberiamo definitivamente l’una dell’altra, non sei contenta? Abbiamo litigato tutto il tempo, almeno chiudiamola con un abbraccio.
Le due si abbracciano, scambiano quattro chiacchiere, si salutano.
Xanthippe si avvia di nuovo verso gli uffici della segreteria.
– XANTHIPPEEEEEE!!!
Xanthippe si volta. La Refe le corre incontro a braccia aperte, la abbraccia di nuovo, stritolandola quasi.
– Come farò senza di teeeeeeeeeeeeeeee!!!
– Cazzo, Refe, ma stai piangendo?
– Sììììììììììììììì!
– Ma sei scema?!

30 thoughts on “Quello che non ti aspetti

  1. Dizò, no no, qua si tratta proprio di trovarsi reciprocamente insopportabili, altro che s’aimer bien!

    Gatto, continua ad esprimere a voce alta queste opinioni e diventerai cecato di sicuro.

    Winter, ma ti rendi conto?

    Boston, non avendo io una quarta non esercito su di lui alcuna attrattiva.

    Sulle, diciamo che tendo a lasciare una traccia del mio passaggio… :o)
    Quanto al resistermi, ahimè, duole dirlo, ma ci sono sacche di resistenza, ‘nnaggia. Però ci sto lavorando.

  2. Nessuno che abbia pensato che erano lacrime di gioia?
    Abilmente mascherate da commozione, tanto era l’ultima volta che la vedeva?
    Sì lo so… sono troppo cinica.
    E pensare male è peccato.
    E magari sta battuta la voleva fare qualcun altro.

    Buonanotte

  3. te lo dico io perché ha pianto
    ora dovrà ingegnarsi a trovare qualcun altro con cui abbandonarsi alle risse, fondamentale per evitare di esercitare in famiglia (dove l’ammazzerebbero) le sue doti di bisbetica
    ciao

  4. Toniqina, e lo chiedi anche?
    Contribuirete all’affitto con le vostre paghette, ça va sans dire.
    :o)

    Ze’, ti piacerebbe, eh?
    (Du’ balconi che lèvati. Ed è pure figa.)

    Yban, dovrò ingegnarmi anch’io, porca l’oca!

    DonBuro, ma infatti… a litigare con me non ci si annoia di sicuro!
    (Confesso, sì… davamo spettacolo. E qualche litigata ce la siamo fatta per il semplice gusto di dare spettacolo.)
    :o)

    Achy, ma quant’è vero!

  5. No, scusa, tartamuttininacarabellaebuona, vorrei ricordarti che le nostre paghette sono state sospese a tempo indeterminato!!! Se vuoi imparo a farti i pici all’aglione e Toniqina potrebbe sacrificarsi col figlio del macellaio per portare a casa delle fiorentine. Al vino ci pensi tu! :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...