Parole mie, non mie

Ma come spingeva via il pensiero maligno e si voltava dall’altra parte, quello gli tornava contro, rimestava nella diffidenza e la mandava ancor più dentro. Eh, però, si diceva. Mica sono un paranoico. Se mi è venuta questa cosa in testa, un motivo ci sarà.

Diego  De Silva, La donna di scorta

14 thoughts on “Parole mie, non mie

  1. Cioè, vorrei dire che siete sciroccati, ma vi adoro proprio per questo! :-D

    Allora, andando con ordine…

    Gatto, dov’è che hai letto “senza troppe complicazioni”?

    Winter, per far cazzate non basto io, pure gli alieni, mo’?

    Banà, fammi capire, tu immagini me e la Wii nella vasca “con tanta schiuma”?! Io ancora non lo avevo conosciuto uno che si masturbava guardando la schiuma. Certo che hai strane perversioni, tu, eh.

    Ze’, no no. Oh, no. Proprio no. Ho già dato.

    Any, basta che non mi attacchino l’allergia alle regole di ortografia e sintassi.

    Paluca, si son sentiti fin lì?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...