un post un po’ triste e un po’ no. il pampero cola ha contribuito, io ve lo dico

e nulla.
che sia stato un anno complicato, credo sia stato piuttosto facile arguirlo dalla mia assenza, o scarsa presenza, qui.
complicato, sì, in tutti i fottutissimi sensi.
il trasloco, il distacco, il paesello dove tutti sanno chi sei prima ancora di vederti, la scuola nuova, le colleghe fantastiche, i genitori megliostendereunpietosovelo, la lontananza, la famiglia lontana, gli amici lontani, la solitudine, la difficoltà di ricominciare… no, non è stato un anno facile, proprio no.
31 maggio, tra una settimana giusta finisce la scuola. quella coi bambini, ché poi c’è la scuola delle carte e delle riunioni.
bilancio? resto ottimista e dico “in pari”. e in quell'”in pari” a fare la differenza c’è firenze. e quel bischero là, quel padre degli dei che adesso è in vacanza e non mi legge, e a cui dico grazie di esserci stato e di esserci.
un anno complicato, sì.
ma vedo la luce in fondo al tunnel.
non mi resta che camminare, un passo dopo l’altro, verso la luce.
ce la posso fare.

29 thoughts on “un post un po’ triste e un po’ no. il pampero cola ha contribuito, io ve lo dico

    • Nonostante tutti i problemi e i momenti no, il trasferimento non l’ho mai messo in discussione. Mai.
      Non s’è mai vista una tartaruga correre, ma mi sa che comincio così mi lascio questo buio alle spalle più in fretta.

    • Io ti capivo già prima, perché ci sono cresciuta, in un paesino così, e ne sono scappata. Devo trovare il modo di renderli inoffensivi, ‘sti vecchidimmè. Qualcuno ha del napalm d’avanzo?

      [Che poi fossero solo i vecchi… Supermercato. Compro del petto di pollo e dello yogurt bianco, vado alla cassa. “Lo zenzero ce l’ha già?” “Eh?” “Lo zenzero. L’ha già preso ieri? Perché ha preso il pollo, lo yogurt… stasera mangia pollo allo zenzero, no?” MA UN ETTO DI CAZZI TUOI?!? Ecco. Devo rendere inoffensiva anche la cassiera. L’unica persona che non mi dispiace mi riconosca dalla voce quando chiamo è la bibliotecaria. Ma quella è un’altra storia… ;o) ]

    • Ho azzardato le maniche corte, stasera, e ora sono letteralmente congelata.
      Mi sa che non aspetto l’estate, quella s’è persa in qualche tunnel buio e non vede la luce.

  1. Hei tu. Non far finta di non ricordarti com’e’, di non averlo gia’ fatto. Il posto fisico ti aspettava, il posto umano te lo devi fare, e se serve sgomitare per avere l’aria sana fallo, se serve essere pronti ad abbracciare sorrisi nuovi pure. Che non e’ facile, e’ inevitabile. Ma i luoghi ti parlano e ti accolgono prima della gente, e anche un posto in cui la gente non ti somiglia puo’ somigliarti nei profumi, nei suoni e nei sapori, all’inizio. E saper ricominciare e’ un’arte, come tale richiede fatica. Se ti servisse fortuna, ti seguira’. Io ho fiducia che il buono stia gia’ arrivando.

    • E infatti hai ragione. Il buono sta già arrivando. E sta arrivando sotto forma di attestati di stima e di fiducia e di affetto da parte dei genitori. Che poi, come al solito, quelli che rompono e che battono i piedi e urlano sono pochi, ma fanno più rumore, mentre gli altri, che sono la maggioranza, se ne stanno silenziosi e lasciano lavorare. E poi arriva il momento – in meno di ventiquattr’ore, la cena di classe e l’ultima assemblea – in cui li vedi tutti, e ti rendi conto che quelli che ti hanno reso la vita un inferno per un anno intero si tengono in disparte, mentre gli altri ti dimostrano, come scrivevo prima, la loro stima e il loro affetto. E ti accolgono, perché tra qualche giorno la scuola è finita e ci si dà del tu e ci si vede fuori da qui e si va a mangiare assieme, e quando passi in piazza fermati a farmi un saluto, da me il giovedì sera si organizzano le serate alcoliche tra donne e dal primo giovedì dopo la consegna delle pagelle tieniti libera perché sei dei nostri
      Sì, il buono sta già arrivando. :o)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...